LIVELLO 3: SEQUENZA OPERATIVA DI RIFORNIMENTO A VEICOLO AUTOMATIZZATO CON TRANSPONDER INSTALLATO SUL BOCCHETTONE DEL SERBATOIO

 

Questa automazione permette il riconoscimento in automatico della presenza del veicolo da rifornire, riducendo così il rischio di eventuali ammanchi di carburante.

Il transponder installato sul bocchettone del serbatoio tramite apposita staffa viene letto da un’antenna montata sulla pistola di erogazione.

Il riconoscimento del conducente, se richiesto, viene effettuato tramite l’utilizzo di carta transponder riconoscibile dal lettore presente sul terminale di gestione.

I km percorsi, letti dal tachigrafo del veicolo, potranno essere inseriti manualmente tramite la tastiera presente sul terminale di gestione del piazzale.

 

In dettaglio, per effettuare il rifornimento al veicolo, si effettuano le seguenti operazioni:

  • Il veicolo si avvicina all’erogatore di gasolio (1)

  • L’operatore inserisce la pistola nel bocchettone del serbatoio

  • L’antenna montata sulla pistola di erogazione riconosce la presenza del veicolo e il suo identificativo tramite il transponder passivo installato sul bocchettone stesso (2)

  • Un lampeggiante installato sul distributore conferma il riconoscimento del veicolo (3)

  • L’erogatore invia il dato rilevato al terminale CPTT2 il quale verifica la presenza del veicolo nel proprio database, la congruenza del prodotto richiesto, il volume massimo erogabile (4)

  • Eventualmente il terminale CPTT2 legge la carta transponder o il portachiavi autista (5)

  • L’operatore inserisce da tastiera il codice del mezzo e il dato dei chilometri

  • Il terminale CPTT2 a questo punto invia il consenso all’erogatore di carburante

  • Completato il rifornimento (estratta la pistola dal serbatoio del veicolo e riposta nel suo alloggio) l’erogatore di gasolio invia al terminale CPTT2 il dato relativo ai litri erogati al veicolo

  • Al termine dell’erogazione i dati vengono salvati su un unità allo stato solido (SSD) e ulteriormente su un floppy disk (flash memory) come copia di sicurezza presenti sul terminale CPTT2

  • I dati vengono infine inviati tramite rete LAN/MODEM/GSM/RS232 all’apparecchiatura locale per essere archiviati ed eventualmente elaborati attraverso il software gestionale OTCONTROL TRE (6)

  • Il terminale di gestione piazzale CPTT2 è un unità stand alone con database integrato e non necessita di collegamento con il server per autorizzare le operazioni di rifornimento, consentendo così l’erogazione anche in mancanza di collegamento con il server centrale

  • Il terminale CPTT2 memorizza al proprio interno (max. 8000 rifornimenti) i seguenti dati:

-          Data e ora del rifornimento

-          Numero identificativo del veicolo / targa

-          Numero dell’erogatore

-          Numero del terminale di gestione

-          Tipo di carburante erogato

-          Quantità di carburante erogato

-          Chilometri del veicolo

-          Codice operatore

 

 N.B. Le operazioni sopra descritte sono parametrizzabili e possono essere modificate o escluse secondo le esigenze dell’utilizzatore.

Schema funzionale livello 3

  

 

 

EROGATORI

EROGATORI DI ENERGIA

SISTEMI PER LO STOCCAGGIO E L'EROGAZIONE DI ADBLUE®

FLUIDI

AUTOMAZIONE

TRATTAMENTO E ANALISI CARBURANTI

SOFTWARE GESTIONE

CENTRALINE DI LIVELLO

SONDE DI LIVELLO

 
 
HOME
AZIENDA
LABORATORIO VERIFICHE
REFERENZE
PRODOTTI
ILLUMINAZIONE
INSTALLATORI
NEWS/EVENTI
GALLERY
AREA RISERVATA